......

 

 

 

HOME_PAGE    ECOLOGIA    AVVISI-EVENTI    DOWNLOAD    INDICE SITO

 

 

- CONTROLLO DEI CONSUMI ELETTRICI (C.C.E.) -

per la gestione del risparmio energetico ed il controllo dei consumi nel proprio impianto elettrico domestico o lavorativo

http://www.wutel.net/cce

 

 

......
 

  

Per poter monitorare in tempo reale i consumi elettrici domestici al fine di gestire al meglio il nostro risparmio energetico quotidiano, abbiamo la possibilità di poter utilizzare degli strumenti di misura (portatili e fissi) di facile impiego ed installazione, predisposti per la visualizzazione diretta su display dei valori di consumo di tutti i nostri elettrodomestici e dei dispositivi elettronici/informatici sia quando vengono utilizzati che quando si trovano in stand-by.

 

 
 

  

A seconda del tipo di misuratore utilizzato si potrà visualizzare la potenza consumata istantanea (Watt=W) oppure della potenza consumata nel tempo (Kilowattora=kWh), oppure dei valori della corrente elettrica assorbita (Ampere=A) in modo da poter monitorare, in ogni istante, la situazione dei nostri consumi elettrici anche per poter gestire la corretta contemporaneità d'utilizzo delle varie apparecchiature elettriche in uso, così da non portare l'impianto elettrico di casa (a 230 Volt), che comunemente ha una disponibilità contrattuale di circa 3000 Watt ad essere al limite della potenza massima disponibile, ponendoci a rischio di probabili, ed a volte frequenti, black-out per sovraccarico.

 

 
 

  

In pratica dobbiamo gestire nelle nostre case, nel migliore dei modi ed in ogni istante, la somma totale di tutte le potenze (in Watt) delle apparecchiature elettriche in uso o in stand-by.

Per esempio, per un contratto da 3 kW (3000 W) è possibile prelevare senza limiti di tempo fino a 3,3 kW (3300 W). Inoltre, se si superano i 3,3 kW, viene data la possibilità di prelevare fino a 4 kW (4000 W) per almeno tre ore. Se si preleva una potenza superiore ai 4 kW, il dispositivo per il controllo della fornitura di energia elettrica (interruttore automatico del contatore) scatta entro quattro minuti.

 (informazioni tratte dal "Manuale del contatore elettronico ENEL")

 

 
 

 

Per poter quindi effettuare un'attenta analisi dei consumi elettrici di casa/ufficio/negozio possiamo utilizzare le indicazioni fornite dal display del contatore dell'energia elettrica oppure ci possiamo dotare di piccoli misuratori della potenza consumata (portatili o fissi) con display multifunzione.

L'utilizzo degli strumenti di misura fissi o portatili della potenza consumata risulta decisamente più pratica rispetto all'utilizzo delle informazioni di consumo fornite dal display del contatore del fornitore d'energia sia poiché di solito quest'ultimo apparecchio risulta posizionato fuori casa o in locali comuni sotterranei (es. nei condomini) e soprattutto perché le indicazioni fornite sul display da questi strumenti ausiliari risultano di immediata e costante visualizzazione.

Gli strumenti di misura portatili vengono semplicemente collegati tramite le normali spine e prese elettriche all'apparecchio o all'elettrodomestico che intendiamo monitorare, ci permettono di visualizzare sui loro display i principali parametri elettrici (tensione, corrente, potenza istantanea, kWh consumati, ecc.), nonché il costo (in euro) della corrente consumata dall'elettrodomestico in esame.

Questi apparecchi portatili sono ormai facilmente reperibili su internet, nei negozi di materiale elettrico o nei centri commerciali con cifre di vendita a partire anche da poche decine di euro circa.

          Esempi di misuratori portatili dei consumi elettrici ad inserzione diretta:

PM300

 

PM500 ( www.rce.it )

 

 
 

 

Per poter invece effettuare un preciso ed accurato controllo generale del consumo di potenza totale del nostro impianto elettrico, possiamo utilizzare dei misuratori di facile installazione dotati di trasmettitore con sensore "ad anello" e di ricevitore con display (la trasmissione dei dati di consumo tra il trasmettitore ed il ricevitore a display dell'apparecchio avviene senza fili in modo da poterli così posizionare più agevolmente in qualsiasi luogo).

 

Esempio di misuratore dotato di display per la visualizzazione della potenza istantanea consumata (Watt)

 

 

Questo specifico tipo di apparecchio di misura dei consumi elettrici, si installa con facilità nell'impianto elettrico domestico, collegando i cavi di alimentazione del trasmettitore (cavetti 1 e 2) all'interruttore generale del quadro elettrico di casa ed infilando intorno ad uno dei cavi del medesimo interruttore un piccolo sensore ad "anello" (3

N.B. il sensore ad anello (3) va semplicemente inserito intorno al cavo elettrico isolato.

                                                      

 

                                          

 

Per maggiori informazioni sul collegamento ed il settaggio del misuratore qui sopra descritto clicca sul pulsante qui sotto:

 

M.C.E. 230V

 

Il sensore "ad anello" (3) è collegato ad un piccolo trasmettitore che non necessita di batteria in quanto si alimenta direttamente dall'impianto elettrico e che ha il compito d'inviare (senza fili) i dati di consumo elettrici rilevati al display di visualizzazione.

Il ricevitore dotato di display luminoso, può invece essere installato (entro la portata di copertura del trasmettitore) in qualsiasi luogo a noi comodo, per poter aver sempre sotto controllo i valori di consumo rilevati (Watt).

 

 

Inoltre, alcuni vantaggi di questo specifico misuratore dei consumi elettrici rispetto ad altri modelli in commercio sono:

- la presenza di un utilissimo avvisatore acustico (cicalino), che permette di essere avvisati (in tempo reale) prima che “scatti” l’interruttore automatico del contatore in caso di sovraccarico dell’impianto elettrico, a causa dell’accensione contemporanea di troppi apparecchi elettrici/elettrodomestici;

- il modulo trasmittente è compatto e di piccole dimensioni, in modo da poter essere installato comodamente a scomparsa all'interno del quadro elettrico generale dove sono posizionati gli interruttori automatici/salvavita, senza cavi e scatole esterne da attaccare alla parete.

- sia il modulo trasmittente che quello ricevente non necessitano di batterie, in quanto sono alimentati direttamente dall’impianto elettrico, evitando così una manutenzione periodica.

- la lettura effettuata da questo apparecchio è in Watt attivi (true-RMS) e considera quindi il fattore di potenza (cosφ) dei carichi elettrici. Altri strumenti di misura in commercio, invece, misurando solo la corrente, effettuano misure indirette (Watt apparenti), con errori che falsano di molto il risultato visualizzato. Il modulo trasmittente di questo apparecchio garantisce invece una precisione di lettura del 3% su qualunque tipo di carico elettrico collegato.

- il tempo di rilevazione dei dati avviene ogni 2 secondi, garantendo così una vera lettura in tempo reale a differenza di altri modelli in commercio che trasmettono i dati ogni 20/30 secondi.

- il display luminoso a LED rossi del modulo ricevente, risulta molto ben visibile a diversi metri di distanza, a differenza di alcuni modelli di altri apparecchi in commercio, dotati di display LCD leggibile solo da vicino e in ambiente sufficientemente illuminato.

            

Per poter utilizzare il suddetto misuratore a display anche in maniera "portatile", per la verifica dei consumi di singoli elettrodomestici/apparecchi elettrici (di potenza maggiore di 10Watt), è possibile realizzare un semplice adattatore che permetta di collegare il sensore "ad anello" al cavo elettrico d’alimentazione.

 

 

 

Foto del trasmettitore con “anello toroidale”, inserito nel cavo adattatore per la misura dei singoli apparecchi/elettrodomestici 

  

 

In commercio esistono comunque anche molti altri tipi di strumenti di misurazione dei consumi elettrici dotati di sensore "ad anello" o "a pinza", alcuni dei quali hanno anche l'opportunità d'interfacciare il display multifunzione con un computer (tramite un cavetto USB dedicato o tramite Wi-Fi) per la creazione e la gestione di un "data log" dei consumi effettuati nell'arco del tempo.

 

esempi di misuratori dei consumi elettrici (Watt apparenti) con sensore ad inserzione "a pinza" (dotati di display multifunzione senza fili)

 

 

      

 

 

 
 

 

Un'altra possibilità per poter effettuare un controllo generale del consumo totale dell'impianto elettrico, è quella di farci installare (questa volta da un tecnico elettricista qualificato), un piccolo amperometro (di portata adeguata al nostro contratto di fornitura elettrica), da posizionare presso il quadro elettrico principale di distribuzione (ubicato di solito all'interno degli appartamenti), così da poter visualizzare, in ogni istante, l'assorbimento in tempo reale della corrente elettrica (Ampere).

Questo strumento di misura è comunemente reperibile nei negozi/magazzini di materiale elettrico.

 

        

Amperometro analogico

 

Con questo tipo di strumento è possibile ricavare la potenza elettrica istantanea consumata dal nostro impianto, tramite la formula matematica semplificata (senza tener conto del fattore di potenza):  P = V x I

Dove la potenza consumata “P” (in Watt) è data dal prodotto della tensione “V” dell'impianto (normalmente compreso tra i 220 e 230 Volt) e la corrente “I” (in Ampere) rilevata dalla lettura dello strumento.

 

 
 

 

  Nota:   

Una corretta gestione dei consumi nei nostri impianti elettrici domestici ci permetterà così di poter realizzare un sicuro e concreto risultato nel campo del risparmio energetico, attuabile anche riducendo e razionalizzando il più possibile i watt consumati, per esempio:

- sostituendo tutte le luci per l'illuminazione con lampade a bassissimo consumo con tecnologia a LED: --->  http://www.wutel.net/led ;

- verificando che tutti gli elettrodomestici di maggior consumo elettrico siano di classe "A+" o superiore (A+++);

- attuando un'attenta analisi dei consumi inutili, ad esempio eliminando gli stand-by degli apparecchi elettrici, verificando se vi sono luci e/o elettrodomestici accesi senza necessità, oppure verificare se si stanno utilizzando troppo frequentemente, o in maniera non corretta, i nostri elettrodomestici (es. condizionatori d'aria con impostazione di temperatura troppo fredda, asciugabiancheria con programmi più lunghi del necessario, lampade alogene di potenza per illuminare le stanze, friggitrici, bollitori, boiler con termostatato regolato a temperature troppo elevate, ecc. ecc.).

Questa attenta analisi dei consumi potrebbe così anche permetterci, per chi ne avesse il desiderio e la possibilità (in contro tendenza con l'attuale aumento generale dei consumi energetici), di far funzionare due piccoli appartamenti adiacenti con un solo contratto di fornitura elettrica (da 3 kW), senza eccessive rinunce delle apparecchiature elettriche collegate, suddividendosi inoltre le spese di gestione sostenute.

Vedi al riguardo il "Progetto 3x2" wutel.net al seguente link:

http://www.wutel.net/3x2

 

Ricordiamoci inoltre che un'altra valida possibilità per ridurre la richiesta (e la dipendenza) di energia elettrica dal fornitore (a pagamento) di rete, è quella di autoprodursi autonomamente il più possibile l'energia elettrica di cui necessitiamo, grazie all'installazione, anche "fai-da-te", di impianti ad energia solare fotovoltaica come ad esempio quelli descritti al seguente link:

 

http://www.wutel.net/fotovoltaico

 

 ----------------------------------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

    MINI GLOSSARIO:

   Volt = (simbolo: V) è l'unità di misura della tensione elettrica nel Sistema Internazionale.

   Watt = (simbolo: W) è l'unità di misura della potenza elettrica nel Sistema Internazionale.

   Ampere = (simbolo: A) è l'unità di misura dell'intensità della corrente elettrica nel Sistema Internazionale.

   Misuratori portatili e fissi di potenza = strumenti che ci permettono di misurare la potenza e/o la corrente elettrica consumata dagli apparecchi elettrici quando sono in funzione o in stand-by.

   Amperometro = (simbolo sul quadrante: A) è lo strumento che permette di misurare l'intensità di corrente elettrica assorbita dagli apparecchi elettrici quando sono in funzione o in stand-by.

 

 

 
 

 

 

 

HOME_PAGE    ECOLOGIA    AVVISI-EVENTI    DOWNLOAD    INDICE SITO

 

 

 
 

 

Privacy Policy